Metodo per il calcolo dei Pareggi

Metodo per il calcolo dei Pareggi
È possibile trovare un metodo matematico che possa aiutarci a calcolare le probabilità che una partita possa finire in pareggio? Cerchiamo di vedere come provare a pronosticare un pareggio studiando le statistiche.

Metodo per il calcolo dei Pareggi

Il calcio è uno sport imprevedibile e senza dubbio uno dei più emozionanti tra tutti quelli che, con tutto il rispetto, vengono praticati in giro per il mondo.

Cambi di risultato, goal all’ultimo minuto, tifoserie impazzite e tanto altro ancora, un contorno meraviglioso per chi ama lo sport e vuole dedicare il suo tempo a seguirlo. Tra gli scommettitori sono tante le strategie che vengono messe in atto per cercare di vincere e sbancare contro i bookmakers che in tutti i modi cercano di guadagnare sul gioco dei propri clienti.

Una di queste, è lo studio maniacale degli andamenti delle squadre, controllo delle statistiche e dei risultati più frequenti per cercare di predire un futuro pareggio e la probabilità che questo accada.

Metodo per il calcolo dei Pareggi
 
Negli ultimi anni, in Serie A abbiamo assistito a percentuali significative di pareggi una stagione. Nello scorso anno, ad esempio, il campionato si è concluso con 80 pareggi, esattamente il 21.05%, di cui quasi la metà, ovvero il 10.79% riguarda gli 1-1. Le restanti percentuali sono il 5% per gli 0-0, il 4.74% per i 2-2 e lo 0.53% per i 3-3.

A primo impatto, analizzando i numeri, possiamo affermare che quasi una partita su cinque terminava in pareggio e quindi pagava il segno X.

Ovvio rimane il fatto che, a intuito, ci viene spontaneo di catalogare una partita come un probabile pareggio quando ad affrontarsi sono due squadre che sommariamente si equivalgono o che, studiando unicamente i dati se non si conoscono i valori delle rispettive formazioni, si trovano a pochi punti di distanza o che seguono gli stessi ritmi.

Nel caso di partite come Juventus – Chievo è indiscutibile che ci siano molte meno probabilità di terminare l’incontro con un pareggio rispetto ad una partita come Juventus – Roma.

Come calcolare matematicamente la probabilità di pareggio?

Per cercare un metodo matematico per calcolare la probabilità di pareggio in un incontro ci avvarremo della distribuzione di Poisson che ci fornisce un mezzo per ipotizzare un calcolo delle reti che potrebbero verificarsi in una partita di calcio. Questo semplice metodo per cercare di calcolare il numero delle reti in un incontro può tornare molto utile agli scommettitori.

Cos'è la distribuzione di Poisson?

La distribuzione di Poisson è un concetto matematico che trasforma le medie aritmetiche in probabilità per diversi risultati. Per esempio, ipotizziamo che la squadra X abbia una media di 1,7 reti per partita. Inserendo questo dato in una formula di Poisson si scopre che secondo questa media la squadra X ha una probabilità del 18,3% di non segnare reti, del 31% di segnare una rete, del 26,4% di segnare 2 reti e del 15% di segnare 3 reti.

Come calcolare i risultati calcistici con la distribuzione di Poisson

Per poter utilizzare la formula di Poisson, dobbiamo controllare e avere a disposizione il numero medio di reti che ciascuna squadra potrebbe segnare in quella determinata partita. In questo caso, quindi, andremo a stabilire una media dei goal segnati e subiti in tutta la stagione sia in casa che in trasferta. È fondamentale per l’uso di questo sistema, scremare un lasso di tempo pertinente di dati per non incappare in errori sia per eccesso che per difetto.

Andiamo a prendere come esempio la stagione 2016/2017 di Serie A

Calcolare il numero di reti medie segnate in casa e in trasferta
 
Calcolare il numero di reti medie segnate in casa e in trasferta
 
Per prima cosa, occorre calcolare i valori basandosi sui risultati della scorsa stagione e stilare una media dei goal segnati e subiti in casa e di quelli in trasferta. Non basterà altro che prendere il numero totale di goal segnati nell'ultima stagione e dividerli per il numero di partite disputate:
 
 
Reti stagionali segnate fuori casa / Numero di partite di tutte le squadre disputate fuori casa
 
Nel 2016/17, i dati ci riportano i seguenti valori: 631/380 in casa e 491/380 in trasferta, per una media di
  •  1,661 reti segnate in casa
  •  1,292 segnate in trasferta
 Dobbiamo anche calcolare un numero di reti medie subite da una squadra. Il procedimento è lo stesso, invertendo i valori di goal segnati con subiti.
  • Numero medio di reti subite in casa: 1,295
  • Numero medio di reti subite in trasferta: 1,766
Grazie al calcolo di questi valori ora possiamo provare a calcolare i valori delle reti segnati per il prossimo incontro in programma Atalanta – Napoli

Prevedere i goal dell’Atalanta

 
Prendiamo il totale di reti segnate in casa nell'ultima stagione dalla squadra di casa e dividiamole per il numero di partite in casa (31/19): 1,632
Dividiamo ora per il numero di reti medie segnate in casa in ogni partita della stagione (1,632/1,574) per ottenere il valore: 1.037.

Calcolare il valore dei goal subiti del Napoli

 
Prendiamo il totale di reti subite in trasferta nell'ultima stagione dalla squadra in trasferta dividiamolo per il numero di partite in trasferta (20/19): 1,053
Dividiamo questo valore per il numero di reti medie subite in trasferta in ogni partita della stagione (1,053/1,766) per ottenere il 0.596.
Ora, grazie alla formula del metodo di Poisson, possiamo calcolare le reti che probabilmente segnerà l’Atalanta

Reti del’Atalanta = Valore media Goal segnati dell’Atalanta x Valore media goal subiti del Napoli x Numero medio di reti subite in casa

 
In questo caso, abbiamo 1.037 x 0,596 x 1,661, che equivale a un totale di 1,027 possibili reti per i padroni di casa.

Prevedere le reti del Napoli

Il procedimento è analogo, con l’analisi delle reti in trasferta invece che in casa.
Ci occorre il numero di reti segnate in trasferta nell'ultima stagione dalla squadra in trasferta e dividiamolo per il numero di partite giocate in trasferta (50/19): 2.632.
Dividiamo questo valore per il numero di reti medie segnate in trasferta in ogni partita della stagione (2.632/1,292) per ottenere il valore 2.037.

Calcolo valore reti subite dall’Atalanta
 

Prendiamo il totale di reti subite in casa nell'ultima stagione dall’Atalanta e dividiamolo per il numero di partite in casa (18/19): 0.947
Dividiamo ora per il numero di reti medie subite in casa in ogni partita della stagione (0.947/1,295) per ottenere il valore 0.731.
Grazie alla formula, riusciremo a prevedere il numero delle reti segnate dal Napoli
 

Reti del Napoli = Media Goal fuori casa Napoli x Media Goal subiti in casa dall’Atalanta x Numero medio di reti

 
In questo caso, abbiamo 2.037 x 0,731 x 1,295, che equivale a un totale di 1,928 possibili reti per il Napoli.
 
Grazie a questo metodo potremmo cercare di predire i pareggi o, perché no, anche i risultati esatti. Ovviamente, essendo una media che prende in considerazione tutte le squadre e tutti i risultati della precedente stagione, le variabili che possono cambiare le carte in tavola sono tantissime e, sicuramente, questo metodo non è uno dei più precisi e concreti per cercare di andare in cassa, oltre che scomodo per il calcolo continuo dei valori.

Scommesse gratis