Come gestire i periodi negativi nelle scommesse sportive

Statisticamente prima o poi, ogni scommettitore attraversa un periodo in cui non tutto va bene, cio che si era previsto o pronosticato non si verifica e la frustrazione accumulata cresce considerevolmente. Come nella vita reale anche nelle scommesse sportive è diffile mantenere un andamento costante, arriveranno anche delle perdite e dei periodi altalenanti che sembrano non terminare.
Quando ci si imbatte un un periodo negativo, niente è chiaro, il livello di fiducia che uno ha nei suoi pronostici diminuisce e risulta difficile poter ritornare ad essere vincenti.
L’unico metodo risollevarsi è sapere gestire le proprie emozioni per evitare di entrare in un labirinto. A causa di questa ragione, alcuni non riescono a porre rimedio e continuano a imbattersi in scommesse perdenti rischiando di non riuscire più a gestire la propria cassa.



Quali sono le cose che non bisogna dimenticare quando si attraversa un periodo negativo
  • Il successo è ciclico
è naturale che il successo abbia il suo ciclo allo stesso modo come l’insuccesso ha il suo. I periodi negativi nelle scommesse sono normali perché si basano su eventi sportivi e da tutti i fattori che si presentano, come la non costanza dei calciatori o uno scarso periodo di forma.
In un periodo negatio, uno scommettitore può pensare che gli altri siano più bravi e riescano a vincere sempre, ma non c’è uno scommettitore che riuscirà a vincere di continuo.
Riuscire a metabolizzare un periodo negativo permette di uscirne il prima possibile, ritrovando dei periodi in cui le cose ritorneranno ad andare meglio.
  • L’insuccesso non è una vergogna, ma è importante non perdere il controllo
Perdere è normale perché non è possibile non commettere degli errori, in queste circostanze, ogni scommettitore si troverà ad affrontare dei periodi difficili in cui deve gestire psicologicamente la situazione.
Le emozioni e i sentimenti di tristezza hanno una durata ristretta nel tempo, perciò bisogna rimanere calmi nelle situazioni difficili, aspettando che il tempo passi e guarisce le ferite che una scommessa perdente provoca.  
La regola fonadamentale è quella di dare la stessa importanza ad una scommessa vincente o perdente, il coinvolgimento emozionale nelle scommesse non aiuta lo scommettitore a migliorare le suoi puntate.
Quando lo scommettitore si fa coninvolgere emotivamente nelle sue scommesse, le eventuali perdite sono difficili di assimilare mentalmente rispetto ai profitti.
Nel lungo termine, uno scommettitore professionista impara a non farsi conivolgere in modo emotivo nelle sue scommesse, riuscendo ad avere una prospettiva equidistante riguardo ad una vincita o una perdita, quindi riesce a mantenere la situazione sotto controllo e la giusta lucidità per evitare ulteriori perdite.



Quali sono i consigli da seguire in un periodo difficile?
  • Concentrarsi sulle puntate e non sulle perdite!
Il pensiero primario dopo una perdita è quello di recuperare immediatamente il denaro perso. Ma di solito questa strategia ha delle conseguenze negative e fa aumentare la dimensione delle perdite.
D’altra parte, l’attenzione che uno scommettitore impiega nella scelta delle scommesse può fare la differenza per ottenere dei buoni risultati, il successo nelle scommesse sportive è direttamente proporzionale al tempo e allo studio che si investe in rapporto alle scommesse effettuate.
Certamente, per uno scommettitore la peggiore cosa da fare e pensare delle perdite. Un approccio come questo aumenta l’ansia, pertanto la migliore cosa da fare nei periodi difficili è mantenere la calma ed avere fiducia in se stessi.
  • Ridurre il budget destinato alle scommesse!
In un periodo difficile, quando niente sembra andare bene, un consiglio da tenere un considerazione è quello di ridurre la quantità di denaro destinata alle scommesse.
Riducendo il rischio, le perdite potenziali diminuiscono, quindi si ha più tempo per ritrovare fiducia in se stessi e per ritornare ad essere vincenti.
L’arricchimento immediato è comunque impossibile attraverso le scommesse, la strada verso il successo deve essere vista sempre come un lungo viaggio, fatto passo per passo.
  • Trovare la causa dell’insuccesso!
In molti casi, gli scommettitori non riescono a trovare delle ragioni per cui le loro puntate hanno un tasso elevato di perdita. 
Per esempio, le perdite possono essere causati dalla voglia di scommettere tutti i giorni o su eventi di minore interesse come le amichevoli o i campionati minori, a volte è meglio evitare di scommettere se non si è sicuri.
Un’altra causa può essere rappresentata dalla situazione mentale e psicologica, se si attraversa un momento non favorevole e si hanno dei problemi personali spesso non si analizzano gli eventi in modo corretto. 
Una volta trovata la causa che ha generato delle perdite, si riesce a recuperare in maniera più veloce, mai in maniera afrettata. Il ritrovamento della forma si può ottenere solo a piccoli passi, anche delle vincite minime contribuiscono a ritrovare la via del successo.

  • Concentrarsi sugli eventi dove si hanno maggiori informazioni!
Per ogni scommettitore è essenzile creare un registro delle scommesse che vengono effettuate, in modo da poter verificare come si evolve la situazione e quali sono le scommesse perdenti.
Spesso si commettono degli errori e si scommette per il piacere di farli puntando a quote non relistiche o su eventi in cui si hanno poche indicazioni, anziché cercare di ottenere guadagni irrealistici, uno scommettitore deve osservare con attenzione e serietà le quote selezionando eventi dove si hanno maggiori informazioni, nel lungo periodo anche delle vincite minime danno fiducia e consapevolezza nelle proprie possibilità.
Allo stesso tempo, lo scommettitore ha il dovere di non rischiare somme enormi a quote basse. Questo tipo di scommesse non è raccomandato perché neanche le quote basse rappresentano la sicurezza di una vincita, perdere una scommessa a quota bassa può influire maggiormente sulle psiche creando una depressione maggiore.
 
  • Cambiare e provare qualcosa di nuovo!
Uno dei passi necessari nella strada verso il successo è rappresentato dall’esperimento, mai fossilizarsi su una strategia se non è vincente. 
Gli esperimenti o meglio definiti test devo essere effettuati su carta o utilizzando delle puntate minime.
Per esempio, uno scommettitore specializzato nel mercato „under-over” può testare la sua performance nel mercato „1X2 handicap” per variare il suo modo di scommettere, in modo da capire se si hanno delle capacità migliori su mercati su cui non si era mai scommesso prima.

  • Tutto va male? Fai una pausa!
Il problema principale che affligge uno scommettitore è costituito dai periodi negativi che talvolta durano per un lungo periodo di tempo. In momenti come questi, quando tutto va male è raccomandato di fare una pausa.
Smettere di scommettere per un giorno, una settimana o anche un mese può dimostrarsi a lungo termine la migliore scelta, in quanto la mente si rilassa per un dato periodo di tempo più o meno lungo.
Tuttavia, nei periodi di pausa è consigliabile continuare ad interessarsi dello sport o degli eventi sportivi preferiti in modo da non perdere il focus sulle ultime novità e quindi mantenere la giusta attenzione.
Prendendo in considerazione tutto questo, è necessario non dimenticare il fatto che ogni scommettitore ha i suoi momenti difficili, ma è più importante non persistere e commettere gli stessi errori.

 

Scommesse gratis