10 regole d’oro per scommettere

1. Disciplina

Ci sono centinaia di ragioni per le quali il 95% degli scommettitori perdono soldi anno dopo anno, ma la ragione principale per la quale la maggior parte di loro fallisce è la mancanza di disciplina. La pazienza e la disciplina sono probabilmente le abilità più importanti da possedere quando si parla di scommesse. Sì, la gestione del denaro e il saper trovare quote di valore nel mercato sono competenze necessarie, ma senza disciplina diventano abilità inutili.
Anche se sarebbe bello diventare ricchi velocemente grazie alle scommesse, molto semplicemente questo non succederà. Troppi scommettitori si fanno prendere dai risultati nel breve periodo e non capiscono che le scommesse sono un prospetto a lungo termine.
Se vuoi essere uno scommettitore di successo, una forte disciplina è d’obbligo. Avere un metodo di gestione del bankroll e seguirlo sempre è fondamentale. Gli scommettitori tendono a perdere la disciplina e a cambiare il loro approccio alle scommesse se le cose non vanno come avevano sperato, ma è importante non perdere la testa.
Avere disciplina include il non piazzare delle scommesse che normalmente non faresti solo per aumentare il tuo interesse verso un evento. Gli scommettitori tendono per esempio a scommettere sulla partita del posticipo di Serie A solo per renderla ancora più interessante da seguire. E’ un qualcosa che fanno in molti e, anche se non c’è niente di sbagliato se è una cosa che desideri fare, non aspettarti che questo tipo di approccio ti porti a delle vincite sul lungo periodo.

2. Non scommettere per “recuperare”

Non scommettere per “recuperare” aumentando il numero di scommesse e l’importo delle puntate.
E’ una trappola nella quale cadono molti scommettitori quando arriva una brutta giornata e, invece di accettare la sconfitta, rovinano tutto il duro lavoro fatto sino ad allora per cercare di uscire dal buco in cui si sono ritrovati. Ovviamente questa è una PESSIMA idea e non saper gestire una giornata storta è un ottimo modo per rovinare mesi di lavoro. E’ un segno di disperazione e avrà un impatto negativo sia sulla tua psiche che sul tuo bankroll.
Come scommettitore devi imparare ad accettare che ci sono giornate buone e giornate non buone, senza lasciare che le emozioni prendano il sopravvento in queste situazioni. Se pensi che questo sia per te un problema frequente allora dovresti chiedere aiuto ad un professionista perché è un chiaro segno di dipendenza dal gioco d’azzardo.

3. Impara a gestire i tuoi soldi

Se vuoi iniziare a scommettere in maniera un po’ più seria dovrai iniziare a mettere da parte un fondo “Bankroll” da utilizzare per le scommesse. Tenere questa somma di denaro separata dal resto dei tuoi soldi ti aiuterà ad avere un approccio più “business” al mondo delle scommesse. Ricaricare semplicemente il tuo account ogni volta che arriva a zero non è il modo giusto per diventare uno scommettitore di successo.
Il tuo bankroll deve consistere in una somma che si adatta alle tue esigenze. Tenendo presente che investirai circa l’1-2% del bankroll in ogni scommessa, scegli un importo che non ti crei problemi in questo senso.
Una volta scelto il tuo bankroll, il passo successivo è decidere l’importo delle puntate (stake). Anche se riesci a trovare costantemente delle quote di valore, sarà facile andare in bancarotta se non rispetterai gli stake.
Prendiamo il lancio di una moneta come esempio. Nel classico lancio “Testa o croce” il valore reale delle quote dovrebbe essere pari a 2.00 dato che hai il 50% di possibilità di vittoria. Questo significa che se piazzi una scommessa su questo tipo di evento ad una quota minore di 2.00, andrai in perdita sul lungo termine. Ma se hai la possibilità di scommettere a 2.40 su questo evento allora dovrai farlo ogni volta perché ti permetterebbe di avere un profitto del 20% nel tempo. 

I problemi arrivano nel momento in cui, anche se prendi una quota che ha valore, puoi comunque andare in perdita su 10 lanci di moneta di la a causa della varianza e della probabilità. Il risultato è che se cominci ad alzare la puntata per recuperare, senza lasciare che la probabilità faccia il suo corso, è molto probabile che tu vada in bancarotta in poco tempo. In una serie di 100 lanci di moneta c’è un 54% di probabilità che tu perda per almeno 6 volte di la.
Trovare il prospetto giusto per decidere le tue puntate è un’operazione di equilibrio tra lo scommettere troppo e perdere tutto e lo scommettere abbastanza per assicurarti di massimizzare il profitto. Rischio di rovina è un concetto utilizzato nel mondo del gioco d’azzardo e della nanza, collegato alla probabilità di perdere il proprio bankroll al punto che non è più possibile recuperarlo. Vale la pena leggere qualcosa a riguardo prima di cominciare.

Si possono trovare molte idee per decidere come organizzare gli stake e puoi anche
mettere a punto un metodo tutto tuo. La cosa migliore è proprio studiare qualcosa che si adatti alle tue esigenze, evitando qualsiasi tipo di sistema Martingala.


4. Controlla le tue emozioni

Quello che succede nella tua testa può avere più in influenza di qualsiasi altra cosa sulle scommesse. Per molti di noi, il nostro stato d'animo è responsabile sia delle scommesse che piazziamo sia dell'importo delle puntate. Per diventare uno scommettitore di successo, questo comportamento deve essere evitato.

Tutte le decisioni relative al betting che prenderai devono essere prive di ogni emozione. Tutto deve essere fatto in maniera molto sistematica, seguendo con fiducia il tuo prospetto per le puntate e il tuo metodo di selezione degli eventi, senza tenere conto degli alti e i bassi costituiti da vincite e perdite nel breve periodo. Ovviamente è più facile a dirsi che a farsi e gli scommettitori prima o poi cadono in questa trappola.

Hai appena avuto una serie di vincite e hai alzato l'importo delle tue puntate e aumentato il numero di scommesse per cercare di trarre vantaggio da questa ondata fortunata? Se la risposta è sì, smetti subito di scommettere. Troppo spesso gli scommettitori tendono a gestire in maniera troppo leggera il proprio denaro dopo una vincita.

Allo stesso modo, sei nel bel mezzo di una serie di sconfitte e ti senti depresso e triste o magari arrabbiato? Se la risposta è sì, smetti subito di scommettere. Queste emozioni negative a affliggono gran parte degli scommettitori dopo una perdita e possono causare il prosciugamento dell'intero bankroll in un attimo. E' quello che spinge molte persone a scommettere a tutti i costi per cercare di recuperare.

Ecco un grafico che ripercorre gli umori delle diverse fasi vissute da molti scommettitori nella loro esperienza nel mondo delle scommesse. E' probabile che tu riesca a riconoscere le tue emozioni da scommettitore in questo movimento altalenante.
 
 

Come puoi vedere l'ottimismo e la frustrazione arrivano nello stesso momento, ma l'emozione può essere vissuta diversamente in base all'esperienza passata. Questo gra co di alti e bassi rappresenta esattamente ciò che la maggior parte degli scommettitori prova ogni giorno e DEVE essere annullato se vuoi diventare uno scommettitore di successo.

Non importa quanto bravo tu sia, sul lungo periodo le scommesse perdenti arriveranno SEMPRE. Non puoi farci nulla, ma puoi cambiare il tuo modo di reagire a questi eventi senza lasciare che intacchino il tuo modo di scommettere in futuro.

5. Specializzati

Con l'enorme quantità di eventi sportivi sui quali scommettere è impossibile tentare di essere informato su tutto. La maggior parte dei professionisti sceglie di specializzarsi in un determinato settore. Cercare di occuparsi di molti sport significa semplicemente non avere abbastanza tempo ed energie per fare le ricerche necessarie e dunque cercare di fare troppe cose allo stesso tempo.

Scopri in cosa sei più bravo e focalizzati su questo.

6. Tieni uno storico

Tenere uno storico delle tue scommesse è probabilmente uno degli aspetti più importanti per vincere nel lungo periodo. Dopo tutto come puoi sapere se sei diventato uno scommettitore di successo se non tieni uno storico?
Registrare un bilancio non solo ti può dire se stai perdendo o vincendo, ma ti aiuta ad identificare quali sono i tuoi punti deboli e quali le tue forze. Potresti eccellere nelle scommesse di tipo Over/Under ma faticare con quelle Testa a testa e senza uno storico potresti non accorgertene. Infatti la maggior parte degli scommettitori pensa di avere uno storico migliore di quanto non abbia in realtà e verificarlo registrando le scommesse ti permetterebbe di riflettere sulle tue abilità.

7. Cerca il VALORE più che la vittoria

Capire il concetto di valore (“value”) è di fondamentale importanza per diventare uno scommettitore di successo. Che le tue scommesse siano vincenti o perdenti è irrilevante se non ti stai occupando del valore delle quote che scegli. E' facile dire che la squadra quotata 1.50 è la squadra migliore e quindi dovrebbe vincere. Forse merita di essere la squadra favorita ma questa quota riflette il valore reale della loro probabilità di vincita?

Una quota ha valore quando credi che la probabilità di vincita di quella determinata selezione sia più alta di quella offerta dalla quota. Se un cavallo viene quotato 2.00 significa che c'è una probabilità del 50% che questo vinca la corsa. E anche se può darsi che questo cavallo abbia più possibilità degli altri di aggiudicarsi la vittoria, questa probabilità è più alta del 50%? Se la risposta è a affermativa, allora questa quota ha valore e vale la pena scommetterci.
 
Il concetto di valore e di “value bet” è qualcosa che non tutti gli scommettitori comprendono. Sentirai spesso parlare di una quota di valore su un tennista che è sarà davvero di valore solo se vince. Questo non è vero, perché il valore è indipendente dal risultato. Se ti offrissero una quota 3.00 per un lancio di moneta sarebbe da scommettere ogni volta. Dato che la probabilità che esca la tua selezione in un lancio di moneta è del 50%, metà delle tue scommesse sarebbero vincite e metà perdite. Ma a quota 3.00 sarebbe in ogni caso una scommessa di valore OGNI VOLTA, sia in caso di vincita che di perdita.

Un'altra leggenda riguarda la credenza di alcuni scommettitori che le quote basse sui favoriti non possono essere di valore, mentre possono esserlo le quote più alte sui meno favoriti. Questo modo di pensare è spesso sbagliato perché una squadra può avere una quota alta ma con un valore reale inferiore relativamente alla sua reale probabilità di vittoria. Allo stesso modo un favorito può avere una quota bassa, ma comunque di valore se comparata con le sue reali possibilità di vittoria.

Quindi la cosa importante nel betting non è trovare le scommesse vincenti, ma trovare quelle con VALORE. E' questo che porta al profitto nel lungo periodo.

8. Comprendi i numeri

Non serve essere un genio, ma un livello base di matematica è essenziale per diventare uno scommettitore di successo. Anche se qualcuno riesce ad ottenere delle vincite grazie a coraggio e istinto per un certo periodo, è quasi impossibile ottenere un profitto sul lungo periodo in questo modo, tenendo conto che quello delle scommesse è un gioco fatto di numeri.

Per avere successo devi essere capace di identi care la probabilità di vincita delle selezioni in relazione alla quota, avere un prospetto per la gestione delle puntate e un bankroll. Tutte cose che richiedono almeno una conoscenza base dei numeri e della matematica.

9. Trova le quote migliori

L'idea di trovare sempre le quote migliori dovrebbe essere fondamentale per tutti gli scommettitori dato che aumentare i profitti è lo scopo del gioco. La differenza tra il piazzare una scommessa a quota 2.50 o 2.30 potrebbe sembrare poca, ma sul lungo periodo potrebbe fare la differenza tra il fare successo e il finire sul lastrico.

Per riuscire a sfruttare le quote migliori dovrai ovviamente avere diversi account con tutti i bookmaker più importanti così come su Betfair. Molti scommettitori tendono ad avere un solo account dove concentrano tutta la loro attività di betting perché pensano che non valga la pena gestire più account, ma se vuoi diventare uno scommettitore di successo è necessario fare questo sforzo per cercare di ottenere sempre la quota migliore per la tua selezione.
Una volta che avrai creato tutti gli account servirà un po' di tempo per andare da un sito all'altro a controllare le quote, ma è proprio a questo punto che entrano in gioco i siti e i software di Comparazione Quote. In questi siti vengono raggruppate le quote di tutti i bookmaker e ti vengono consigliati quelli con le quote migliori per ogni selezione.

10. Creati delle aspettative realistiche

E’ estremamente importante crearsi delle aspettative realistiche nelle scommesse. Molti scommettitori hanno delle aspettative troppo alte riguardo a ciò che possono raggiungere e reagiscono malamente se non ci riescono.
La maggior parte degli scommettitori inizia con un’aspettativa eccessiva del 30% di profitto su un numero elevato di scommesse, un obiettivo davvero poco realistico che porta necessariamente ad una delusione. Alcuni novizi del campo non saranno d’accordo ma, per ogni serie fortunata che ti porta più vincite del previsto, ci sarà sempre anche un periodo sfortunato. Se riesci davvero ad ottenere un attivo del 30% sul lungo periodo allora sei davvero molto selettivo nelle tue scommesse o sei già uno degli scommettitori più bravi del paese.  

 La maggior parte degli scommettitori professionisti opera infatti con il 10% di profitto – o anche meno – e i più grandi professionisti del paese si “accontentano” del 2-5% di profitto, ma con volumi molto alti.
Seguendo queste regole e imponendoti di tenere un approccio sistematico al betting, ottenere il 10% di profitto non è un traguardo irragionevole. Quindi se il tuo obiettivo è quello di avere un profitto di 10mila euro all’anno, dovrai giocarne circa 100mila nello stesso periodo..
 

 

Scommesse gratis